Scheda della Collezione

Rappresentazione della natura nel fondo antico di Biologia Ambientale

L'importanza delle tavole iconografiche nella storia della Botanica.

Date di produzione

1535 - 1873

Risorse digitali

81 records

Descrizione

I preziosi libri illustrati del fondo antico della Biblioteca di Biologia Ambientale testimoniano l'incontro tra la bellezza estetica ed i continui sviluppi della ricerca botanica. La Biblioteca del Dipartimento di Biologia Ambientale ha un proprio patrimonio bibliografico antico e raro, formato da un nucleo di libri antichi costituito da fondi di diverse provenienze che ricoprono valore artistico e scientifico perché rappresentano l'incontro tra la bellezza estetica e l'importanza, nel tempo, della ricerca botanica e dei suoi continui sviluppi. Per il periodo compreso tra il 1535 e il 1873 conserva 1237 esemplari, spesso arricchiti di incisioni di eccezionale bellezza che riproducono piante e fiori, opere pittoriche arricchite di testi esplicativi con lo scopo didattico di poter distinguere le diverse specie. Fra le opere scansionate, tramite il Progetto Prodigi, si trova il Commentarii in sex libros Pedacii Dioscoridis Anazarbei de materia medica del medico botanico senese Pietro Andrea Mattioli (edizione del 1565). Il "Mattioli" è stato uno dei testi sacri per farmacisti e speziali sino alla metà del XIX secolo, con 60 edizioni e traduzioni in latino, francese, tedesco, spagnolo, ceco ecc., l'opera rappresenta il capolavoro delle edizioni botaniche illustrate del Cinquecento; l'English botany di James Sowerby (1790-1814), composto di 36 volumi, testo basilare per la conoscenza della flora inglese per tutto il diciannovesimo secolo. Molti di questi volumi inoltre costituiscono fonte di informazione utile per comprendere il ruolo ricoperto dalla botanica nel progresso delle scienze. Nel patrimonio bibliografico raro della Biblioteca di Biologia Ambientale può essere annoverato inoltre il Fondo degli opuscoli. La digitalizzazione dei testi continua con il Progetto Google.

    Responsabile scientifico

    Tiziana Babusci

    Responsabile tecnico

    Angela Di Iorio

    Responsabile editoriale

    2013-2013: Chiara Grieco, Tiziana Babusci, Matteo Mazzoni

    Responsabile contenuti

    2013-2013: Matteo Mazzoni, Tiziana Babusci

    Responsabile digitalizzazione

    2013-2013: Mariaconcetta Cariello, Martina Romani, Chiara Grieco, Francesca Cherubini, Matteo Mazzoni, Alessandra Camponi, Enrica Martorelli

    Responsabile selezione per la digitalizzazione

    Tiziana Babusci

Termini e condizioni d’uso

Leggi le condizioni

Accesso

aperto


Mostra 41 - 58 di 58 Elementi
Ordina per: Titolo | Rilevanza | Data ↓ | Data ↑ | Autore | Ultimi inseriti

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo

  testo